Le isole Borromee

Isole Borromee

L’Isola dei Pescatori, l’Isola Bella e l’Isola Madre è un insieme di tre isolette all’interno del lago Maggiore, ed insieme, formano l’arcipelago delle isole Borromee. Queste splendide isole si trovano in Piemonte, esattamente di rimpetto alla cittadina di Stresa. Raggiungerle è estremamente facile, bastano pochi minuti di barca da uno dei diversi porti lungo la costa. Ci sono numerose barche e differenti compagnie di navigazione, che per circa 10 euro vi accompagneranno su una delle isole, offrendo spesso un pacchetto con il quale è possibile visitare tutte le isole.

Isola dei pescatori

L’isola dei pescatori è la prima delle isole su cui siamo approdati. Si tratta del più caratteristico villaggio di pescatori del lago Maggiore, dove ancora una cinquantina di persone continua a vivere, aggrappata alle sue tradizioni ed alla vita legata alla pesca. L’isolotto è costituito tra viette strette che si intersecano tra loro, sentieri ciottolati e strade che si aprono sul lago. Abbiamo passeggiato all’ombra, tra antiche casette e nuovi ristoranti, molti dei quali con terrazze panoramiche. Se decidete di passare una giornata sulle isole Borromee, vi consigliamo di pranzare qui, dove potrete gustare specialità di pesce, mentre ammirate il lago Maggiore che si stende di fronte a voi. L’isola ospita lungo il suo perimetro numerose bancherelle ed anche un piccolo museo della pesca. Quando avrete finito di mangiare non resterà molto se non rilassarsi su questa deliziosa isola, e se vi resta tempo, date un’occhiata alla piccola Chiesa di San Vittore, risalente all’anno Mille.

 

Ristorante sull’isola dei pescatori Piemonte
Ristorante sull’isola dei pescatori.

L’Isola Bella, la perla delle Isole Borromee

L’Isola Bella è probabilmente la più spettacolare tra le isole borromee. I lavori di costruzione del palazzo che domina l’intera isola furono iniziati nel 1600 da Giulio Cesare II Borromeo, e continuati dopo la sua morte dal fratello. Proprio alla moglie di quest’ultimo è stata dedicato l’intero palazzo, che ha portato a denominare in seguito l’isola Bella, come Isabella d’Adda.

Il costo per la visita del palazzo e dei suoi giardini è di 16 euro ma ne vale assolutamente la pena. Una delle cose che più ci ha colpito della visita interna è stata sicuramente il Salone Grande, un enorme sala bianca caratterizzata da numerose finestre affacciate sul lago, che illuminano l’intero stanza. La maggior parte delle stanze ha le pareti interamente ricoperte da quadri. Lasciata alle spalle la parte superiore del Palazzo scendiamo nei sotterranei per poi accedere ai giardini.

La parte sotterranea del palazzo è forse ancora più incredibile. Realizzata interamente da pietre e sassi provenienti da torrenti o dal lago, la parte sotterranea si divide in sei stanze, plasmate come se fossero delle vere e proprie grotte.

 

Sotterranei e grotte Villa Isola Bella
Sotterranei e grotte Villa Isola Bella

Una volta usciti dal palazzo ci troviamo nei suoi stupendi giardini, organizzati su dieci terrazze. Il primo luogo che attrae la nostra attenzione è la serra che fa capolino in cima ad una scalinata, già da qui, si può ammirare la vasta varietà di fiori e piante presenti nella villa. La cosa più particolare di tutte, è una struttura denominata il teatro, dove in passato si svolgevano gli spettacoli, ma non potrete fare a meno di restare incantati dalla continua presenza di fiori di ogni tipo e colore: dalle splendide azalee, agli alberi di agrumi, fino ai pavoni bianchi che passeggiano eleganti.

 

Giardino Isola Bella Piemonte
Giardino Isola Bella Piemonte

 

Giardino Isola Bella Piemonte
Giardino Isola Bella Piemonte

Isola Madre

Pagando un biglietto di 21 euro si possono visitare in un’unica giornata sia l’Isola Bella che l’Isola Madre.

L’Isola Madre è sempre di proprietà dei Borromeo, ed è la più grande delle tre isole. L’Isola madre deve il nome alla sua dimensione e al fatto che l’isola fu tra i primi possedimenti della famiglia. Su quest’isola potete ammirare il maestoso palazzo Borromeo e l’incredibile giardino botanico che lo circonda, con la sua grandissima varietà di piante e fiori, oltre che ancora i rari pavoni bianchi e quelli colorati, fagiani e pappagalli che volano liberi nel giardino.

Buon viaggio e

Welcome Troubles

Ste & Francy

Travel Troublehttps://www.traveltrouble.it
Siamo Stefano e Francesca, amici da una vita con una passione comune: i viaggi ed il mondo. Amanti delle lingue, delle culture straniere e appassionati di tutto ciò che è diverso. Abbiamo vissuto all'estero per alcuni mesi e maturato un incredibile interesse per l'esplorazione e il mare, l'arte e la storia.

Potrebbe interessarti anche

932FansLike
9,847FollowersFollow
87FollowersFollow

Discover

La splendida ed eclettica Rocchetta Mattei

Nascosta tra l'Appennino Emiliano sorge la splendida ed eclettica Rocchetta Mattei. Fatta costruire dal...

Il Tempio del Valadier

Il Tempio del Valadier sorge a Genga nelle Marche, all’interno del vasto complesso delle...

Weekend nelle colline del Prosecco

Le colline del prosecco in Veneto, sono uno dei più rinomati fiori all'occhiello della...

Escursione Lame Rosse

L' escursione alle Lame Rosse è un trekking abbastanza facile, adatto anche ai bambini....

Il passaporto sanitario è in arrivo

Ad oggi 30 Marzo 2021, il passaporto sanitario è ufficialmente in arrivo. Il nome...

Una gita nella natura

Mai come nell'ultimo anno, trascorso tra quarantene, lockdown e restrizioni, abbiamo imparato ad apprezzare...

Comments

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Don`t copy text!